Tag:

Sorrowland


20) Ministri – Fumare (Marcello Calvesi)
I Ministri hanno deciso di omaggiare l’unico pezzo rimasto fuori dall’ultimo disco con un videoclip capace di donare al tutto una dignità propria, un vero e proprio omaggio al cinema noir anni ’40, mettendo in scena probabilmente il miglior bianco e nero del 2018. Marcello Calvesi viene dal mondo del cinema e si vede (è stato aiuto regia in Non essere cattivo di Claudio Caligari e in due film di Cosimo Alemà), essendo entrato però nella scuderia di Borotalco.tv (casa di produzione video piuttosto importante) sentiremo ancora parlare di lui prossimamente. (AF)



19) Subsonica – Respirare (Donato Sansone)
Forse il 2018 sarà l’inizio di una collaborazione lunga e proficua, ovvero quella fra la storica band torinese dei Subsonica (da sempre molto attenti e desiderosi di sperimentare in campo audiovisivo) e Donato Sansone, regista eclettico con una predilezione per gli effetti digitali, i videoritocchi ed un certo gusto artistico, come ampiamente dimostrato in Respirare e Bottiglie rotte. (AF)



18) Gazzelle – Tutta la vita (Jacopo Farina)
Tutta la vita rappresenta la summa del discorso (est)etico che Jacopo Farina ha portato avanti quest’anno con video anche molto diversi come Le Muse per Francesco De Leo o Jesse James e Billy the Kid per i Baustelle (ma possiamo metterci dentro anche Turbo/Attraverso lo specchio di Cosmo del 2017). Dentro il club di questo videoclip, quello che va in scena è un ritratto generazionale e sociale: un milieu multietnico, sessualmente aperto e un po’ decadente. (AR)



17) Gigante – Tempesta (Balto)
Alberto Mocellin, vero nome del videomaker Balto, quest’anno si è dato parecchio da fare, sia in solitaria sia in coppia con Gianvito Cofano (come collettivo Acquasintetica, autori tra le altre cose del notevole Balloon per gli Inude).  Tempesta girato per il cantautore pugliese Gigante rappresenta la sua produzione migliore, una bella storia dal taglio cinematografico, con un protagonista perfetto per il ruolo. Sicuramente nel 2019 lo rivedremo in azione, da solo o come collettivo poco importa. (AF)



16) Sorrowland – Facebook (Danilo Bubani)
Il collettivo artistico Sxrrxwland è uno dei progetti più interessanti del 2018, che unisce musica, illustrazione, fotografia, fashion design e styling. In tutto questo il video di Facebook girato da Danilo Bubani dello studio creativo Land HO è un perfetto biglietto da visita: le location minimali, i colori freddi e le luci al neon riescono a trasmettere in maniera chirurgica le sensazioni volute, definendo in pochi minuti l’universo della band e i suoi contorni visivi.

Un’annata piuttosto impegnativa anche per lo studio romano di Bubani, autori del divertente Missili per Frah Quintale, di Fantino per Capibara e di Martelli per Gazzelle. (AF)

Pagine: 1 2 3 4

Continua la proficua collaborazione tra il producer romano Capibara e l’artista visuale Karol Suldolski, con un altro singolo che anticipa l’uscita del nuovo disco previsto per la fine di novembre e che vede la collaborazione del collettivo Sxrrxwland.

Anche questa volta il concept del video riprende delle icone sacre (in questo caso un paio di bassorilievi che ritraggono Maria Addolorata e una Vergine con Cristo Dolente) e le sporca calandole in un contesto profano, tracciando linee e segni con uno spray di colore rosso acceso in contrasto con la purezza grigia della pietra, quindi citando il mondo del writing (fenomeno che in Italia spesso coinvolge anche monumenti e statue antiche) ma rimandando al tempo stesso a immaginari esclusivamente mistici e religiosi come le madonne che piangono sangue.

L’ennesima conferma del talento visivo di Suldolski oltre che della sua passione e ammirazione per l’estetica e l’arte religiosa.

Il trio Sorrowland – Osore (producer), Gino Tremila (creative director) e Giovanni Vipra (voce) – ha affidato il video di Facebook allo studio romano Land Ho. Il brano è estratto dall’Ep Buone maniere per giovani predatori, una sorta di concept multidisciplinare sui vampiri contemporanei, così definiti dal trio:

un uomo o una donna borghese, di bell’aspetto e buone maniere, mortalmente annoiato dall’enormità di tempo trascorsa tra gli uomini, costantemente in cerca di qualcosa che possa attirare la sua attenzione, e che nasconde una ferocia e una disumanità assolute dietro una facciata di distacco e divertito sarcasmo

Danilo Bubani ha tradotto il tutto in questa sorta di fashion film allucinato in cui il campetto da calcio diventa un club e le docce lo spazio ideale per un pogo tutto al maschile.

Questo sito usa dei cookies. Sapevatelo. OK Leggi di più