Tag:

Rkomi

Un po’ fantascienza, un po’ di Magna Grecia, ma soprattutto un uso interessante del product placement. L’ultimo video di Rkomi è infatti stato sponsorizzato da Ubisoft per il lancio dell’ultimo capitolo della serie Assassin’s Creed, di ambientazione greca.

Ecco allora spiegata l’ambientazione di Non ho mai avuto la mia età, girato nel parco archeologico di Segesta, sfondo ideale per la messa in scena di playback e piccole scene di azione, per lo più solo abbozzate, e qualche effetto speciale allusivo. Regia di Pietro Cocco.

Location suggestiva per il nuovo video di Rkomi diretto da Orazio Guarino (visto di recente all’opera su Domani di Ernia, che ritroviamo anche in questo pezzo in qualità di featuring).

Al playback dei due rapper si accompagna la sensuale danza di una ballerina attraverso le stanze di un palazzo signorile, tra soffitti affrescati, dipinti dalle cornici barocche, lampadari di cristallo e poltrone in stile Luigi XVI.

Che anno è stato per il videoclip italiano? Complessivamente positivo, magari non tale da farci parlare di risorgimento, ma sono arrivate importanti conferme da un manipolo di videomaker che, siamo convinti, daranno ancora molti frutti in futuro. Fuori dall’indie – inteso qui come un calderone generico che contiene tutta la musica italiana extrasanremese, extratalent, extraligabuevascorossi (eh sì, siamo ancora lì…) – la situazione rimane però drammatica. Facciamo nostre le parole di Francesco Lettieri:

I video mainstream italiani sono di un livello bassissimo, girati completamente a cazzo di cane (passatemi la volgarità), senza un minimo di gusto e competenza. Mi chiedo come sia possibile e l’unica risposta è che è proprio quello che si meritano. Il pop italiano è indecente (da Mucchio Selvaggio, settembre 2017, p.48)

La classifica che segue, al di là delle gerarchie che, come è ovvio, lasciano il tempo che trovano, restituisce una fotografia abbastanza precisa dello stato del videoclip italiano. La qualità media di questa lista, ammettiamolo, non è alta: la maggior parte dei video sono discreti, ma poco altro. I video di valore sono infatti le eccezioni che confermano la regola di un settore asfittico, che paga e pagherà ancora a lungo non tanto le ristrettezze economiche, ma soprattutto la pressoché totale assenza di una cultura videomusicale.

Pagine: 1 2 3 4 5

Rkomi lancia il suo album, uscito oggi, Io in Terra con il nuovo singolo Mai Più. Il video è affidato alla regia di Edoardo Bolli (già DOP per Cosimo Alemà nei lungometraggi La Santa e Zeta, per Alex Infascelli nel documentario S is for Stanley) e Lorenzo Casadio (anche lui con una buona esperienza alle spalle, soprattutto come DOP). Il risultato è un iconic video piuttosto originale per la scena rap italiana.

Nella prima parte, prevalgono gli elementi naturali: l’acqua, la spiaggia, fulmini, un campo con canne al vento e una stellata meravigliosa a fare da sfondo e che riprende la copertina del disco. Nella seconda, c’è invece un ritorno agli spazi urbani, periferici che sono il nucleo essenziale della videmousica rap italiana. Nel genere, Mai Più è sicuramente tra i lavori più maturi e interessanti.

 

 

Con Apnea, Dario Garegnani e Rkomi realizzano – ed è qui la notizia – un gran bel videoclip rap italiano. Messo da parte il playback, è un semplice cameracar notturno ad accompagnarci in questo viaggio al fianco del rapper milanese.

Dalla disillusione amorosa (che rieccheggia le lyrics), si passa alle brutte compagnie, in un crescendo di tensione. Il promo, poi, si chiude là dove era cominciato; incipit e finale coincidono: la notte come un loop dal quale non si può uscire.

Newer Posts

Questo sito usa dei cookies. Sapevatelo. OK Leggi di più