Tag:

Simone Rovellini

Joan Thiele svolta con l’italiano nel nuovo singolo Le Vacanze, accompagnato da un video diretto da Simone Rovellini. Il regista, dopo aver consacrato Myss Keta con i suoi videoclip, realizza uno dei suoi lavori più elaborati e coesi, proponendoci una versione della giovane cantautrice consapevole e sicura di sé.

Oltre il ritratto dell’artista, il promo odora di anni Novanta – il set del playback è puro vintage (e quel cappello jamiroquiano!) -, ma pesca anche da riferimenti più lontani nel tempo, utilizzando pure filmati d’archivio. È un trip che si muove tra immaginazione e ricordi, con il passato che riaffiora alterato, seducente ma anche inquietante nei personaggi dei super8 che ritornano, ma hanno il volto sfumato e indefinito, perso per sempre nei meandri della memoria o nei misteri di un sogno.

M¥SS KETASimone Rovellini e Motel Forlanini tornano sul luogo del delitto, realizzando un altro iconic video cucito su misura per la misteriosa cantante milanese.

L’ispirazione in questo caso è evidentemente Bambola, film del 1996 del regista spagnolo Bigas Luna con protagonista la nostrana Valeria Marini, nostrana proprio come l’enorme mortadella su cui entrambe siedono (ripresa anche nella cover di Paprika il nuovo album in uscita a fine aprile).

La clip minimale in total pink segue la ritmica arabeggiante/indiana che si sposa perfettamente con il trucco e le movenze dell’angelo dall’occhiale da sera, in grado di evocare immagini prese direttamente dalle divinità induiste (e magari citando anche un’altra locandina iconica del cinema italiano moderno, ovvero Luisa Corna nei panni della Dea Kali in Nirvana di Salvatores).

Valeria Marini in Bambola

La cover dei Paprika


20) Ministri – Fumare (Marcello Calvesi)
I Ministri hanno deciso di omaggiare l’unico pezzo rimasto fuori dall’ultimo disco con un videoclip capace di donare al tutto una dignità propria, un vero e proprio omaggio al cinema noir anni ’40, mettendo in scena probabilmente il miglior bianco e nero del 2018. Marcello Calvesi viene dal mondo del cinema e si vede (è stato aiuto regia in Non essere cattivo di Claudio Caligari e in due film di Cosimo Alemà), essendo entrato però nella scuderia di Borotalco.tv (casa di produzione video piuttosto importante) sentiremo ancora parlare di lui prossimamente. (AF)



19) Subsonica – Respirare (Donato Sansone)
Forse il 2018 sarà l’inizio di una collaborazione lunga e proficua, ovvero quella fra la storica band torinese dei Subsonica (da sempre molto attenti e desiderosi di sperimentare in campo audiovisivo) e Donato Sansone, regista eclettico con una predilezione per gli effetti digitali, i videoritocchi ed un certo gusto artistico, come ampiamente dimostrato in Respirare e Bottiglie rotte. (AF)



18) Gazzelle – Tutta la vita (Jacopo Farina)
Tutta la vita rappresenta la summa del discorso (est)etico che Jacopo Farina ha portato avanti quest’anno con video anche molto diversi come Le Muse per Francesco De Leo o Jesse James e Billy the Kid per i Baustelle (ma possiamo metterci dentro anche Turbo/Attraverso lo specchio di Cosmo del 2017). Dentro il club di questo videoclip, quello che va in scena è un ritratto generazionale e sociale: un milieu multietnico, sessualmente aperto e un po’ decadente. (AR)



17) Gigante – Tempesta (Balto)
Alberto Mocellin, vero nome del videomaker Balto, quest’anno si è dato parecchio da fare, sia in solitaria sia in coppia con Gianvito Cofano (come collettivo Acquasintetica, autori tra le altre cose del notevole Balloon per gli Inude).  Tempesta girato per il cantautore pugliese Gigante rappresenta la sua produzione migliore, una bella storia dal taglio cinematografico, con un protagonista perfetto per il ruolo. Sicuramente nel 2019 lo rivedremo in azione, da solo o come collettivo poco importa. (AF)



16) Sorrowland – Facebook (Danilo Bubani)
Il collettivo artistico Sxrrxwland è uno dei progetti più interessanti del 2018, che unisce musica, illustrazione, fotografia, fashion design e styling. In tutto questo il video di Facebook girato da Danilo Bubani dello studio creativo Land HO è un perfetto biglietto da visita: le location minimali, i colori freddi e le luci al neon riescono a trasmettere in maniera chirurgica le sensazioni volute, definendo in pochi minuti l’universo della band e i suoi contorni visivi.

Un’annata piuttosto impegnativa anche per lo studio romano di Bubani, autori del divertente Missili per Frah Quintale, di Fantino per Capibara e di Martelli per Gazzelle. (AF)

Pagine: 1 2 3 4

L’immaginario pop centrifugo di Myss Keta risplende ancora una volta nel suo nuovo video, Monica, firmato come al solito da Simone Rovellini e curato dal collettivo Motel Forlanini. Un trionfo trash di cartone e cartonati, luci anni ottanta, comparsate (Elodie, Joan Thiele), trans almodovariani e vagine giganti: obiettivamente top.

Newer Posts

Questo sito usa dei cookies. Sapevatelo. OK Leggi di più