Tag:

Isaac Ravishankara

All Eyes On You è il nuovo singolo di Acutive Child, presentato da un video diretto da Isaac Ravishankara. Al centro della vicenda troviamo Una coppia di amanti posti a confronto in un parcheggio: il racconto procede per istanti, come fossero fotografie, dove tutto è congelato e solo la macchina da presa si muove in volo, in una sorta di balletto di grande espressione. La luce enfatica della fotografia (firmata da Kai Saul) e il mistero della situazione raccontata ricordano le fotografie di Gregory Crewdson, con il loro carico di sospensione e immobilità apparente.

È stata dura, ma anche questa volta ce l’abbiamo fatta a selezionare un bel gruzzolo di videoclip usciti ad agosto (o almeno quasi tutti, alcuni sono addirittura di luglio). Ne abbiamo presi 10 da quelli già schedati sul nostro sito più altri 10 che abbiamo dovuto recuperare in fretta e furia dopo le vacanze. A questi abbiamo aggiunto anche un videoclip italiano, ovvero la bella animazione realizzata da Bruno D’Elia per Daniele Celona e il suo featuring con Pierpaolo Capovilla. Buon divertimento!

Steady Holiday – Who Is Gonna Stop Us (Isaac Ravishankara)
Col3trane – Fear and Loathing + Britney (Oscar Hudson)
Sevdaliza – Shahmaran (Emmanuel Adjei)
Travis Scott – Stop Trying To Be God (Dave Meyers)
Tyler, The Creator feat. Kali Uchis – See You Again (Wolf Haley)
Black Honey – Midnight (Shaun James Grant)
Orions Belte – Joe Frazier (Steph Hope)
Odd Beholder – Loneliness (Annalena Fröhlich)
Son Little – The Middle (Daria Geller)
King Krule – Biscuit Town (CC.Wade)

Sophie Hunger – Tricks (Matilda Finn)
Cuts – Dream Voyager (Patrick Blades)
Abyusif – Azrael (Wael Alaa)
Conner Youngblood – Cheyenne (Johannes Greve Muskat)
Rubblebucket – Annihilation Song (Amanda Bonaiuto)
Sam Tudor – New Apartment (Lucas Hrubizna)
Jazzanova feat. Jamie Cullum – Let’s Live Well (Savanah Leaf)
John Grant – Love Is Magic (Fanny Hoetzeneder)
Indochine – Station 13 (Bouha Kazmi)
Gravedgr – Rampage (Paco Raterta)

Daniele Celona feat. Pierpaolo Capovilla – Shinigami (Bruno D’Elia)

Ha collaborato Angelo Forzatti

Nuovo capitolo della collaborazione tra Steady Holiday (ovvero Andrea Babinski) e Isaac Ravishankara. La pubblicazione di Mothers segue infatti a breve distanza l’interessante Who Is Gonna Stop Us e ne rappresenta un ideale proseguimento estetico. Vi ritroviamo infatti lo stesso stile narrativo minimo, prettamente concettuale, che evolve con calma al passo lento del dream-pop, a tratti sognante, a tratti inquietante, di Dre Babinski.

La protagonista del brano «fatica a distinguere la compassione dal pendio scivoloso dell’altruismo», ha spiegato la cantautrice a 405, tanto che esita a «a dare una mano per paura che si prendano il braccio».

Nel video, tutto questo si traduce in una surreale “caccia al ramen”: Steady Holiday cede il piatto ad un uomo che entra nel suo ristorante. Ma poi il locale comincia ad affollarsi e i vari personaggi si dimostrano pronti a scannarsi pur di mettere le mani sulla zuppa, tanto da spingere la protagonista a rimpiangere la sua decisione iniziale.

Una stanza anonima, dei ballerini vestiti in modo anonimo e due donne con abiti colorati: una in rosso, Steady Holiday (al secolo Andrea Babinski), e una in giallo, Dana Wilson, qui anche in veste di coreografa. Questo il set di Who’s Gonna Stop Us, dal quale procede una narrazione minimale, quasi eterea come la voce di Babinski in questo brano.

Se le lyrics descrivono due personaggi deliberatamente manipolatori, le due protagoniste del video diretto da Isaac Ravishankara sembrano prima fronteggiarsi, per poi unire le forze fino al punto in cui – innarestabili (who is gonna stop us?) – controllano il corpo di ballo come fossero burattini.

Questo sito usa dei cookies. Sapevatelo. OK Leggi di più