Tag:

Myss Keta

E pure sto Halloween ce lo siamo levati dalle palle. Pandori e panettoni invadono le corsie dei supermercati e noi malati di mente cominciamo a pensare alle classifiche di fine anno. Anzi, peggio, di fine decennio!

Forse meglio stare un attimo calmi. Sì, procediamo per gradi. Qui vi proponiamo i dieci migliori videoclip italiani usciti ad ottobre, mentre sempre qua trovate i migliori videoclip internazionali dell’ultimo mese. Siete d’accordo con le nostre scelte oppure manca qualcuno?

Playlist.

In ordine di pubblicazione sul nostro sito: non è una classifica!

86 Richi P feat. Nanosunny – Corsetta (Manuel Tatasciore)
Tutti Fenomeni – Valori Aggiunti (Jacopo Farina)
Marco Mengoni – Duemila volte (Shipmate & Giulio Rosati)
Le ragazze di Porta Venezia – The Manifesto (Simone Rovellini)
Siberia – Non riesco a respirare (Trilathera)
Night Skinny feat. Noyz Narcos, Marracash, Capo Plaza – Street Advisor (No Text)
Ketama126 feat. Tedua, Chris Nolan – Love Bandana (No Text, Marco Proserpio)
Mara Sattei feat. tha Supreme – Nuova Registrazione 402 (Enea Colombi)
Lucio Corsi – Cosa faremo da grandi? (Tommaso Ottomano)
Lazza – Ouver2re (Andrea Folino)

Brano collettivo e collettivista, che rappresenta la summa del percorso artistico-sociale di Myss Keta, insieme punto di arrivo e di ripartenza, Le ragazza di Porta Venezia – The Manifesto porta come era logico aspettarsi la firma alla regia di Simone Rovellini, con la direzione creativa del Motel Forlanini, che è di fatto il collettivo artistico dietro l’intero progetto.

La clip in sé è molto semplice, con una passeggiata allegra e carnevalesca per le vie e i parchi di Milano centro, con mosse, balli, primi piani delle guest star e playback, giustapposta a riprese in studio tipo intervista e che si tramutano in altrettanti balletti. Infine, ad animare il montaggio intervengono poi le immancabili riprese in formato DV.

Il punto essenziale del video sta tutto nel contrasto tra le coloratissime protagoniste e il grigiore tipicamente milanese del paesaggio, a sottolineare il vitalismo queer del manifesto opposto al moralismo bachettone e paternalista della società cosidetta bene.

Credits

Direzione Creativa: Motel Forlanini
Regia: Simone Rovellini
Executive Producer: Antonio Giampaolo Per Maestro Production

Dop: Davide Gatti
Line Producer: Carola J. De Lucia
Direttore Di Produzione: Marharyta Bryksa
Coordinatore Di Produzione: Giammario D’eramo
Team Maestro: Federica De Carlo
Aiuto Regia: Luca Corrias
Assistente Regia: Elena Iankov
Regia Riprese Vhs: Valentina De Zanche
Operatore: Federico Busatto
Assistente Operatore: Luca La Barbera
1 Ac/Capo Elettrico: Giacomo Lambardi Di San Miniato
Elettrico/Macchinista: Luca Mazzucconi
Fonico: Luca Canzano
Montaggio: Simone Rovellini
Colorist: Alessandro Rocchi
Runner: Filippo Bardelli, Nicole Mazzolini, FabioP-Raw
Project Coordinator: M¥Ss Keta, Valentina De Zanche
Fashion: Adriana Hot Couture
Occhiali Ragazze Di Porta Venezia: Retrosuperfuture Customizzati Da Adriana Hot Couture
Nail Art M¥Ss: Isabella Franchi
Head First Team Make Up: Serena Congiu
Head Second Team Make Up: Ginevra Calie
Assistenti Make Up: Bianca Bagnoli, Ilaria Bosco, Cinzia Trifiletti, Chiara Vitulo
Hairstylist M¥Ss: Joel Tagliaferri
Hairstylist Ragazze: Erika Calabro, Alexia Nikolakeas, Giada Rusmini, Alessandro Pompili, Giulia Truzzi
Styling Roshelle: Simone Furlan
Title Design: Pietro Mazza
Coordinamento Grafico E Promo: Dario Pigato
Illustratrice: Francesca Fedele
Fotografa Di Scena: Pia Opp
Head Of Security: Lorenzo Morfini
Referente Progetto: Universal Music A&R Manger: Linda Negrini Per Island Records

Hanno Partecipato: La Cha Cha, La Iban, Miuccia Panda, La Prada, Colette, Blanca Paraiso, Adele, Bianca Bagnoli, Beba, Cristina Bugatty, Victoria Cabello, Cazzurillo, Serena Congiu, Daphne, Rossella Essence, Giungla, Stephanie Glitter, Irene Graziosi, Paola Iezzi, La Lau, L I M, Greta Menchi, Lilly Meraviglia, La Niña, Noemi, Martina Dell’ombra, Posh94, Fede Sala, Thais, La Trape, Cinzia Trifiletti, Ceci Tuttotonno, Sofia Viscardi, Yasmin

Video Girato Presso Photostudio 1619, Milano; Porta Venezia

Catering: Makegreen

Grazie a: Rujana Cantoni, Paola Corradini, Greta Gerardi, Bianca Luini, Linda Negrini, Sara Potente, Lucio Schirripa, Elisa Zaccanti, Achraf Boui, Beniamino Giampaolo Per Make Green Bio-Catering, Sheraton Diana Majestic, Comune Di Milano, Tutte Le Persone Che Si Sentono Ragazze Di Porta Venezia.

M¥SS KETASimone Rovellini e Motel Forlanini tornano sul luogo del delitto, realizzando un altro iconic video cucito su misura per la misteriosa cantante milanese.

L’ispirazione in questo caso è evidentemente Bambola, film del 1996 del regista spagnolo Bigas Luna con protagonista la nostrana Valeria Marini, nostrana proprio come l’enorme mortadella su cui entrambe siedono (ripresa anche nella cover di Paprika il nuovo album in uscita a fine aprile).

La clip minimale in total pink segue la ritmica arabeggiante/indiana che si sposa perfettamente con il trucco e le movenze dell’angelo dall’occhiale da sera, in grado di evocare immagini prese direttamente dalle divinità induiste (e magari citando anche un’altra locandina iconica del cinema italiano moderno, ovvero Luisa Corna nei panni della Dea Kali in Nirvana di Salvatores).

Valeria Marini in Bambola

La cover dei Paprika


20) Ministri – Fumare (Marcello Calvesi)
I Ministri hanno deciso di omaggiare l’unico pezzo rimasto fuori dall’ultimo disco con un videoclip capace di donare al tutto una dignità propria, un vero e proprio omaggio al cinema noir anni ’40, mettendo in scena probabilmente il miglior bianco e nero del 2018. Marcello Calvesi viene dal mondo del cinema e si vede (è stato aiuto regia in Non essere cattivo di Claudio Caligari e in due film di Cosimo Alemà), essendo entrato però nella scuderia di Borotalco.tv (casa di produzione video piuttosto importante) sentiremo ancora parlare di lui prossimamente. (AF)



19) Subsonica – Respirare (Donato Sansone)
Forse il 2018 sarà l’inizio di una collaborazione lunga e proficua, ovvero quella fra la storica band torinese dei Subsonica (da sempre molto attenti e desiderosi di sperimentare in campo audiovisivo) e Donato Sansone, regista eclettico con una predilezione per gli effetti digitali, i videoritocchi ed un certo gusto artistico, come ampiamente dimostrato in Respirare e Bottiglie rotte. (AF)



18) Gazzelle – Tutta la vita (Jacopo Farina)
Tutta la vita rappresenta la summa del discorso (est)etico che Jacopo Farina ha portato avanti quest’anno con video anche molto diversi come Le Muse per Francesco De Leo o Jesse James e Billy the Kid per i Baustelle (ma possiamo metterci dentro anche Turbo/Attraverso lo specchio di Cosmo del 2017). Dentro il club di questo videoclip, quello che va in scena è un ritratto generazionale e sociale: un milieu multietnico, sessualmente aperto e un po’ decadente. (AR)



17) Gigante – Tempesta (Balto)
Alberto Mocellin, vero nome del videomaker Balto, quest’anno si è dato parecchio da fare, sia in solitaria sia in coppia con Gianvito Cofano (come collettivo Acquasintetica, autori tra le altre cose del notevole Balloon per gli Inude).  Tempesta girato per il cantautore pugliese Gigante rappresenta la sua produzione migliore, una bella storia dal taglio cinematografico, con un protagonista perfetto per il ruolo. Sicuramente nel 2019 lo rivedremo in azione, da solo o come collettivo poco importa. (AF)



16) Sorrowland – Facebook (Danilo Bubani)
Il collettivo artistico Sxrrxwland è uno dei progetti più interessanti del 2018, che unisce musica, illustrazione, fotografia, fashion design e styling. In tutto questo il video di Facebook girato da Danilo Bubani dello studio creativo Land HO è un perfetto biglietto da visita: le location minimali, i colori freddi e le luci al neon riescono a trasmettere in maniera chirurgica le sensazioni volute, definendo in pochi minuti l’universo della band e i suoi contorni visivi.

Un’annata piuttosto impegnativa anche per lo studio romano di Bubani, autori del divertente Missili per Frah Quintale, di Fantino per Capibara e di Martelli per Gazzelle. (AF)

Pagine: 1 2 3 4

L’immaginario pop centrifugo di Myss Keta risplende ancora una volta nel suo nuovo video, Monica, firmato come al solito da Simone Rovellini e curato dal collettivo Motel Forlanini. Un trionfo trash di cartone e cartonati, luci anni ottanta, comparsate (Elodie, Joan Thiele), trans almodovariani e vagine giganti: obiettivamente top.

Newer Posts

Questo sito usa dei cookies. Sapevatelo. OK Leggi di più