Category:

Submission

Video animato fatto in casa per Adriano. Vieniconme è infatti realizzato dallo stesso autore della musica, al secolo Adriano Di Mauro, con la direzione creativa di Concetta Inglima. Il brano è stato ispirato da un viaggio verso il Sud della Spagna, mentre il video rappresenta «una visione, in parte surreale, di scene che ho visualizzato durante quel viaggio», spiega Di Mauro, «li stessi personaggi viaggiano in questa dimensione a tratti piacevole e per certi versi incomprensibile».

Street video girato senza budget, Winston offre un ritratto pulito ed elegante di Flowolf, giovane rapper cosentino. Girato da Emanuele Nocera, presenta come unici orpelli le bande stondate agli angoli, accenni di effetto pellicola e qualche piccolo gioco con l’aspect ratio. Tutto proposto con moderazione, qualità che spesso manca nei video di questo genere.

Male che vada è il primo singolo del cantautore lucchese Gionata e anticipa unalbum in rampa di lancio per Phonarchia Dischi. A illustrarlo un video do-it-yourself che se da un lato denuncia la povertà di mezzi, dall’altro restituisce con immediatezza l’immaginario da fuorisede che sottende al progetto: una specie di Casalingo di Bugo (anche se lì eravamo su altri livelli), aggiornato ai tempi di Instagram, con il sottofondo di un playback minimale, registrato con la webcam del MacBook.


Questo è uno dei tanti video che ci vengono proposti ogni settimana. Invia il tuo tramite il nostro apposito form!

Storie di ordinaria disperazione contemporanea si sussegguono nel nuovo video dei Black Corrida. Down in Mexico, girato da Sonicyut, apre squarci sulle tragedie dell’attualità – dall’attentato al Bataclan al terrorismo politico, dal cyberbullismo alle morti nel Mediterraneo -, passando per drammi privati, tra infarti, acque che si rompono e tentativi di suicido. Una carellata tragica, emotivamente molto carica, sostenuta da un ottimo sforzo produttivo e un montaggio e una fotografia convincenti eccetto nell’uso del ralentì.

Atmosfera gotica per una dark ballad: la clip di Funeral of our Love dei Løben, girata interamente in piano sequenza, si svolge all’interno di una casa labirintica, tra personaggi grotteschi e momenti surreali, mentre eros e thanatos si incrociano e si mescolano. Lavoro realizzato da Sonicyut, casa di produzione triestina fondata da Matteo Prodan.

Questo sito usa dei cookies. Sapevatelo. OK Leggi di più