Ships – Another Way (Stevie Russell)

Un ballo scolastico di fine anno, un amore non corrisposto, una dichiarazione sotto la finestra, il look anni ’80, la spiaggia… sembrerebbero tutti elementi già visti e riutilizzati nella recente ondata retromaniaca, se non fosse per la brillante idea di adattarli a dei protagonisti molto più piccoli rispetto all’età tardo-adolescenziale a cui di solito sono collegati.

Girato da Stevie Russell a Howth, nella Contea di Dublino (in questo caso incredibilmente simile ad una qualsiasi città di mare californiana), il nuovo videoclip della band irlandese Ships alterna sequenze in cui il giovanissimo protagonista vaga all’alba per la città deserta, sfogando a passi di danza la sua frustrazione per essere stato rifiutato, e sequenze ambientate durante il ballo vero e proprio, in cui però a sua volta si alterna la fantasia del ragazzino e la dura realtà del rifiuto. Veramente degna di nota la performance del bambino (Sam Hardy), che riesce a trasmettere allo spettatore tutta la tristezza, la rabbia ed il dolore provati nel momento in cui il mondo gli è crollato addosso.